News

ATTENZIONE !!!!  A PARTIRE DA LUNEDI 23 MARZO PER EFFETTUARE LA DONAZIONE AD ALBA ( venerdì, domenica e lunedì) OCCORRE PRENOTARE IN SEDE ( orario dal lunedì al venerdì 9-12 e 15-17 ). PER QUANTO RIGUARDA I PAESI/GRUPPI CONTATTARE IL PROPRIO CAPOGRUPPO.  GRAZIE

CONSULTARE IL CALENDARIO – GRAZIE

Cliccare sull’immagine per ingrandire

NON ESISTE NESSUNA RESTRIZIONE PER RECARSI A DONARE SANGUE   

Norme di comportamento. Link

ALL’ATTO DELLA REGISTRAZIONE VERRA’ PRESA LA TEMPERATURA CORPOREA. IL DONATORE DOVRA’ TENERSI ALLA DISTANZA DI SICUREZZA STABILITA DI 1 METRO.

PER TUTTI COLORO CHE VOGLIONO EFFETTUARE LA DONAZIONE DI SANGUE ( SPECIALMENTE CHI ABITA NEI PAESI ) SI CONSIGLIA DI STAMPARSI E COMPILARE L’AUTOCERTIFICAZIONE E IL DECRETO CHE TROVATE NEI LINK SOTTOSTANTI. GRAZIE

MODULO AUTOCERTIFICAZIONE COMPILABILE ONLINE

DECRETO MINISTERO DELLA SALUTE

—————————————————————————————————————–

Generosità dei ragazzi dell’Enologica

Dopo una adeguata preparazione nelle classi superiori dell’Enologica effettuata dalla dottoressa Marta Castagnotto e dal nostro segretario Luciano Garello, finalmente è arrivato il giorno della prova a cui si erano prenotati ben 65 alunni.

Purtroppo solo 35 hanno provato la gioia e del primo prelievo di una sacca di sangue presso l’autoemoteca, altri 10 sono stati considerati candidati donatori per motivi vari.

Ecco quanto hanno dichiarato alcuni giovani.

Selena: «Sono contenta, proprio contenta, avevo paura per la pressione un po’ bassa, ma tutto è andato bene».

Cecilia: «Sono anch’io molto contenta. Si dona sangue per una buona causa e penso di ritornare».

La direttrice della scuola Antonella Germini: «Tutto è nato su proposta dei docenti coordinati dal professor Bruno Morcaldi. La scuola vuole formare dei tecnici ma specialmente vere donne e veri uomini.

Sono davvero felice della partecipazione.

Anch’io sono donatrice di sangue e dico ai giovani di continuare in quest’opera».

Vogliamo proporre questa iniziativa anche in altre scuole. Già l’abbiamo proposta al Liceo scientifico e all’Umberto I. L’entusiasmo dei giovani è coinvolgente. A loro il compito di divulgarlo tra i loro amici e in famiglia.